Valori

Bambini e neonati con il morbillo

Bambini e neonati con il morbillo



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Il morbillo è una malattia infettiva-contagiosa che colpisce neonati, bambini, adulti, non vaccinati, come raccomandato dal calendario ufficiale delle vaccinazioni infantili. È la malattia più grave nei neonati.

L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) aveva stimato l'eradicazione di questa malattia nella società entro il 2015, ma il rimbalzo del numero di casi di morbillo, dovuto al rilassamento dei genitori nel seguire il Calendario ufficiale delle vaccinazioni infantili ha fatto salire alle stelle il numero di casi di morbillo in Europa E nel resto del mondo. Il morbillo è una malattia che può causare la morte o portare a gravi complicazioni come l'encefalite.

Inizialmente, l'infezione causata dal virus del morbillo è caratterizzata nei neonati e nei bambini, presentando:

- Febbre

- Occhi rossi, lacrimazione o congiuntivite

- Mancanza di appetito

- Congestione nasale con naso che cola

- Tosse secca

- Disagio generale

Dopo le prime 24 ore iniziano a comparire piccole macchie bianche all'interno della bocca, quindi eruzioni cutanee rosse sul viso, dietro le orecchie, sul collo, che si diffondono successivamente a tutto il corpo.

In generale, questi punti non sono molto pruriginosi e di solito scompaiono in 2-4 giorni. Nei bambini di età inferiore a 9 mesi può apparire lieve grazie alla presenza di anticorpi materni protettivi. La febbre può essere molto alta e il bambino non si sentirà bene per 3-5 giorni.

Il morbillo è una malattia infettiva causata dal virus del morbillo, noto come mixovirus, per il quale esiste un vaccino. Il il periodo di incubazione dura tra 10 e 14 giorni dal contatto. Il periodo di contagio è variabile: da 4 giorni prima della comparsa dei sintomi fino a 4 o 5 giorni dopo, dopo la scomparsa delle lesioni cutanee.

Il morbillo si diffonde per contatto con fluidi nasali e orali, come la secrezione, da una persona infetta a un'altra.

Essendo un'infezione virale, gli antibiotici non dovrebbero essere somministrati, quindi non c'è altra scelta che passarlo. La raccomandazione è di utilizzare il paracetamolo per alleviare i sintomi. Gli antibiotici dovrebbero essere usati solo per evitare complicazioni batteriche secondarie e per tutto il tempo prescritto dal pediatra del bambino.

Antipiretici per abbassare la febbre, nebulizzatori per pulire il naso, colliri e antistaminici (se necessario, per ridurre il prurito) possono aiutare il neonato e il bambino ad alleviare i sintomi del morbillo. L'isolamento respiratorio del paziente è consigliato per tutto il periodo della malattia per evitare il contagio ad altri membri della famiglia.

Le complicanze che il morbillo può presentare sono laringite, otite (è la più frequente), bronchiolite, polmonite, bronchite, diarrea (più frequente nei bambini malnutriti) ed encefalite acuta.

Nel caso in cui questa malattia non sia ben trattata nei bambini e negli adulti, possono verificarsi complicazioni nella loro salute, come ad esempio:

- grave diarrea

- Infezioni dell'orecchio

- Polmonite

- cecità

- Encefalite (infiammazione del cervello)

- Morte

Pertanto, il vaccino è importante.

Il miglior trattamento è la prevenzione e niente è più sicuro della vaccinazione del bambino, a partire dai 12 mesi di età. Il morbillo si diffonde per contatto diretto da un bambino all'altro. Inoltre, la diagnosi di morbillo dovrebbe sempre essere fatta da un professionista della salute.

Vedi altre malattie:

Puoi leggere altri articoli simili a Bambini e neonati con il morbillo, nella categoria delle malattie infantili in loco.


Video: Usai Imunisasi Campak Rubella, Siswi SD Ini Meninggal Dunia (Agosto 2022).