Valori

Come educare i bambini che prendono tutto dagli altri


Una situazione che "preoccupa" molti genitori è cosa fare quando il bambino tende ad appropriarsi dei giocattoli di altri bambini. È una situazione che tende a verificarsi abbastanza frequentemente e tende a preoccupare (e infastidire) i genitori, ma bisogna essere calmi perché è abbastanza normale nei bambini.

È importante sapere perché agiscono in questo modo per agire e correggere questi comportamenti in modo appropriato. Ti diciamo quali possono essere le cause per cui un bambino vuole solo ciò che hanno gli altri e ti diamo alcuni consigli come educare i bambini che prendono tutto dagli altri.

Qualcosa che caratterizza lo sviluppo dei più piccoli, fino a 3-4 anni, è un pensiero egocentrico. I bambini a una certa età vedono il mondo e lo interpretano dal proprio punto di vista, è difficile per loro mettersi nei panni dell'altro, per capire gli altri ... cosa che si riflette in molti aspetti dello sviluppo del bambino , ad esempio può essere linguaggio e gioco.

Quanto al gioco del bambino, evolve parallelamente allo sviluppo in altre aree, (cognitivo, sociale ...) passando da un gioco iniziale da solo o in parallelo a forme di gioco più "sociali". I bambini piccoli giocano da soli o al massimo parallelamente ad altri bambini, ma non esiste un gioco condiviso in quanto tale. Fino a 4 anni possiamo distinguere tra:

- Gioco individuale. Prima di due anni, non considera gli altri.

- Gioco parallelo. È un tipo di gioco in cui i bambini giocano insieme, ma non c'è relazione tra loro. Sono osservati e imitati ma non interagiscono. È comune tra i 2 ei 4 anni.

Per tutto questo è normale che in queste età, 3-4 anni, Possono verificarsi situazioni in cui i bambini portano i loro giocattoli lontano dagli altri nel parco, a casa o in classe. Ed è molto importante che i genitori e gli adulti che interagiscono con il bambino sappiano come agire.

Alcuni genitori scelgono di far "risolvere" il problema ai bambini, ma è difficile per i bambini di 3-4 anni farlo correttamente. Il conflitto di solito finisce con un piccolo pianto oppure strappando in modo indesiderato il giocattolo usurpato all'altro bambino.Altri genitori possono scegliere di rimproverare e punire il bambino senza i loro giocattoli. O con un discorso sull'importanza di condividere i giocattoli con altri bambini e su come potrebbe sentirsi l'altro bambino.

Il bambino che prende tutto dagli altri non è un bambino "cattivo". Né deve avere alcun problema, ma è importante sapere come gestire queste situazioni in modo che impari a poco a poco come agire. Normalmente il bambino che prende qualcosa da un altro è semplicemente perché ha visto qualcosa che gli piace e vuole averlo. Non tiene conto se proviene da un altro bambino o come si sentirà, lo vuole e lo vuole ora. Non ci sono intenzioni oscure dietro.

[Leggi +: Storia per bambini che prendono ciò che non è loro]

In queste situazioni, come possiamo agire?

1. A questo punto, i limiti sono importanti. Spiega al bambino cosa può e non può fare e insegnagli il modo corretto di agire. Stabilire dei limiti e non esaudire tutti i suoi desideri è importante, in questo modo il bambino capisce che non può avere tutto ciò che vuole e desidera, che ci sono cose che non può avere.

2. Qualcosa da evitare è rimproverare eccessivamente il bambino. Se quando prendi un giocattolo, (o qualsiasi oggetto, cibo, ecc ...) da un altro bambino, lo rimprovero e mi mostro eccessivamente arrabbiato, il bambino potrebbe reagire con più rabbia e frustrazione e già entriamo nel campo dei "capricci" ". Possiamo andare da lui e dire con calma al piccolo che non possiamo portare via i giocattoli e restituirli all'altro bambino. Se il bambino si arrabbia e si infuria, possiamo "portarlo" fuori dal gioco per un momento con noi, e semplicemente dirgli di chiedere delle cose. Ricorda che i discorsi lunghi sono di scarsa utilità per i bambini piccoli. Se invece il bambino reagisce bene, lo rinforzeremo e gli faremo vedere che ci piace il suo comportamento.

3. Un'azione che non è consigliabile è "sovracompensare" il bambino. Ad esempio, un bambino sta mangiando una caramella e mio figlio fa male e se la porta via. Lo restituiamo all'altro ragazzo, ma per evitare il "dramma" gliene compro un altro. Stiamo insegnando al bambino a ottenere ciò che vuole in modo inappropriato e non impara a gestire la frustrazione.

4. È anche importante insegnagli come dovremmo agire Quando voglio qualcosa che ha un altro bambino, insegnagli a condividere, a giocare con altri bambini e posso anche fare da modello e mediatore. A poco a poco impareranno da soli.

In breve lo è correggere il bambino dalla comprensione del momento evolutivo in cui si trova, ponendo limiti e stabilendo alcune norme di relazione con i suoi coetanei.

Puoi leggere altri articoli simili a Come educare i bambini che prendono tutto dagli altri, nella categoria Condotta in loco.


Video: Wahai ibu bacalah Amalan Doa ini, agar anak kita SHOLEH, PENURUT dan LEMBUT HATINYA (Potrebbe 2021).