Valori

Herpes infantile nei bambini e nei neonati


Herpes infantile è una frequente infezione virale, che si manifesta in due varietà: il herpes di tipo I, la più comune nei bambini e negli adulti, che produce lesioni dolorose intorno alla bocca sotto forma di afte (febbre).

Le lesioni che iniziano su un lato della bocca lasciano il posto a un'area gonfia e rossa con vesciche dolorose da 1 a 3 mm di diametro, che si aprono e rilasciano un fluido opalescente. Quindi si forma una crosta.

Il herpes di tipo II, Herpes Zoster, colpisce principalmente gli adulti ed è un'infezione della pelle sotto forma di eruzione cutanea che appare sotto forma di un anello, come una vescica che è dolorosa.

È più frequente in regione genitale. Gli episodi di recidiva del virus dell'herpes non producono sintomi generali come la febbre. È limitato solo all'area interessata.

Herpes simplex, tipo I. La causa dell'herpes labiale è il virus dell'herpes simplex, che viene trasmesso per contatto e si installa nei nervi sensoriali. Dopo l'infezione, il virus si attiva a causa di scottature solari croniche, febbre, attrito o esaurimento fisico.

Herpes Zoster, tipo II. Il virus Zoster, lo stesso che causa anche la varicella, è la causa di questa malattia. Per soffrire di fuoco di Sant'Antonio è necessario essere stati a contatto con il virus, cioè aver avuto prima la varicella.

Il virus è alloggiato nelle cellule dei gangli dei nervi sensoriali che innervano questa regione e può riattivarsi in situazioni di stress, difese basse (bambini), febbre, esposizione al sole o mestruazioni negli adolescenti.

Herpes simplex o raffreddore. Il processo di infezione dura tra i 10 ei 14 giorni, il tempo necessario affinché le vesciche maturino, si rompano, si secchino e formino croste, che si staccano senza lasciare segni o cicatrici.

È molto importante che il virus non raggiunga la zona degli occhi. Affinché l'infezione non si diffonda, è molto importante che il bambino si lavi spesso le mani e non tocchi le vesciche, non dovrebbe baciare altre persone mentre compaiono le vesciche, né condividere i giocattoli che ha messo in bocca .

Herpes Zoster, tipo II. In primo luogo, sulla pelle compaiono prurito, formicolio o bruciore o dolore, specialmente sul tronco (torace e addome). Dopo 4 o 5 giorni, l'area diventa rossa e compaiono vesciche contagiose, perché contengono il virus al suo interno.

Queste vesciche possono rompersi e diventare ulcere. Dopo una o due settimane, si seccano e formano una crosta che cade e può lasciare una cicatrice residua.

Altri sintomi a cui può portare l'infezione da fuoco di Sant'Antonio sono dolore addominale, febbre, brividi, mal di testa e dolori articolari. Sebbene non comune, l'eruzione cutanea può diffondersi su viso, bocca, occhi e orecchie.

Herpes simplex, tipo I. Quando il bambino lamenta prurito o dolore intorno alle labbra, è possibile applicare un cubetto di ghiaccio o un impacco di ghiaccio per un'ora e mezza per fermare l'infezione.

Si può anche strofinare 4 volte al giorno con un batuffolo di cotone imbevuto di alcool finché non iniziano ad asciugarsi. Dovrebbero essere lasciati esposti all'aria aperta, senza usare unguenti.

Quando le vesciche sono scomparse, possiamo prevenire una ricrescita con una crema solare. Se l'herpes si diffonde o dura più di 2 settimane, vai dal medico.

Herpes zoster, tipo II. Si consiglia di consultare prima il medico o il pediatra. Il trattamento deve iniziare 24-48 ore dopo il dolore e sempre prima che compaiano le vesciche.

Il trattamento più comune è con farmaci antivirali che mirano a ridurre la durata della fase acuta, che normalmente dura una settimana, attraverso sciroppi, unguenti o compresse che hanno la capacità di ridurre sensibilmente la durata dei sintomi.

Vedi più malattie:

Puoi leggere altri articoli simili a Herpes infantile nei bambini e nei neonati, nella categoria delle malattie dei bambini in loco.


Video: I sintomi del nuovo Coronavirus nei bambini: lintervista a Francesca Calò Carducci (Potrebbe 2021).