Valori

Perché i bambini hanno difficoltà a calmarsi quando hanno i capricci


I capricci sono un altro capitolo nello sviluppo evolutivo dei più piccoli. Di solito compaiono intorno ai 2 anni, quando il bambino inizia a scoprire il mondo che lo circonda. In quell'esplorazione del mondo, comincia a capire che non è il centro di tutto e sperimenta varie emozioni che ancora non riesce a controllare.

In questa fase, gli impulsi dei bambini sono molto forti. A ciò si aggiungono le poche esperienze vissute, che fa non hanno abbastanza capacità per tollerare le frustrazioni. Inoltre, le sue capacità di parlare e di lingua sono ancora molto limitate. Pertanto, rabbia, frustrazione, ansia o tristezza possono essere espresse solo attraverso calci e capricci. E molte volte, i genitori possono solo chiedersi più e più volte: perché i bambini hanno così difficoltà a calmarsi quando hanno i capricci.

Durante l'esplosione emotiva che i bambini subiscono mentre fanno i capricci, saranno gli adulti intorno a loro che dovranno rispondere con calma, con pazienza e con varie strategie che danno 'speranza' al bambino di uscire da questo processo. In tal modo, molte volte non è possibile per i piccoli superare i capricci, ed è che la capacità degli adulti di aiutare può essere limitata dallo sviluppo biologico che i piccoli hanno raggiunto in quel momento.

Secondo la consulente genitoriale Tina Bryson e il neuroscienziato Dan Siegel, il cervello può essere diviso in due zone che, a loro volta, devono essere fortemente connesse e lavorare insieme. Questi sono:

- L'area inferiore. L'impulsivo
Quest'area, che coinvolge il nostro cervello più primitivo, è costituita dal sistema limbico e dall'amigdala. Queste sono reattive, cioè sono unità che hanno interessi impulsivi. Si può dire che è il sistema "infantile", impulsivo e istintivo dell'individuo.

- L'area superiore. Il ragionatore
Si riferisce alla corteccia esterna del cervello. È uno che permette di inibire gli impulsi, avere una prospettiva, elaborare gli stimoli emotivi e rispondere ad essi.

In questo modo durante un capriccio le emozioni esplodono e sarà l'amigdala (la zona inferiore) a entrare in gioco.

Il cervello del bambino non è ancora come quello di un adulto, quindi non sarà in grado di utilizzare le connessioni necessarie affinché la corteccia esterna (l'area superiore) appaia sulla scena e quindi possa adottare una prospettiva sulla situazione e poterla calmati.

In altre parole, quando hanno un capriccio, i bambini sperimentano un collasso del sistema limbico e non raggiungono quelle connessioni necessarie, né la tranquillità. Quindi Trovano così difficile calmarsi quando hanno i capricci.

Il primo passo fondamentale nella gestione degli scoppi d'ira e d'ira sarà capire il fattore scatenante che li ha causati. A volte questi episodi sono premeditati, e in questi casi Dovremo rispondere attraverso limiti chiari e le loro conseguenze, senza trascurare la logica durante la loro implementazione.

Invece, la maggior parte delle volte negli scoppi d'ira è coinvolta la biologia del cervello. Con questo in mente, gli adulti devono prendere altre decisioni più efficaci quando cercano di calmare i bambini.

1. Calma le nostre emozioni
I genitori devono regolare le proprie emozioni per vedere chiaramente la situazione. Una volta che ciò accadrà, i bambini si sentiranno tranquilli per calmarsi, poiché funge da specchio. Cioè, se il padre rimane calmo, il piccolo attraverso la modellazione si calmerà.

2. Negoziare
Una volta che l'adulto e il bambino si sono collegati e la situazione è stata rivendicata (non basta chiedere che si calmi; devi connetterti) sarà necessario riflettere su quanto accaduto e negoziarne le conseguenze.

3. Distrarre il bambino.
Per diminuire il dominio del cervello primitivo possiamo attivare la zona esterna con giochi di carte, indovinare le parole, ecc. Tutti i tipi di giochi che possono essere utilizzati dal bambino per attivare la sua mente e le sue connessioni.

4. Movimento
Quando il bambino è in conflitto e la sua parte inferiore del cervello collassa, può essere una buona idea intrattenerlo con esercizi fisici come giocare a palla, correre, saltare, ecc. Mettersi in moto sarà utile.

5. Cambia l'ambiente
In caso di capricci, cambiare gli stimoli può funzionare. Per fare ciò, puoi uscire o passare a un'altra stanza che implica un altro ambiente per il bambino.

Puoi leggere altri articoli simili a Perché i bambini hanno difficoltà a calmarsi quando hanno i capricci, nella categoria Condotta in loco.


Video: COME GESTIRE I CAPRICCI - Qualche piccolo consiglio (Potrebbe 2021).