Valori

Come insegnare ai bambini a scoprire la loro voce interiore


Noi tutti abbiamo quella voce interiore che ci parla tutto il giorno. Quello che ci dice se abbiamo fatto qualcosa di giusto o se c'è qualcosa per cui dobbiamo scusarci (anche se non lo facciamo sempre). Quello che a volte ci fa confrontare con gli altri, quello che ci dice quanto siamo intelligenti o stupidi, è che distingue quanto sarà facile o difficile fare qualcosa, quello che ci parla tutto il tempo .. .

Tutte queste voci sono i pensieri, quelli che indirizziamo a noi stessi, e ne abbiamo migliaia in un solo giorno.

Se noi adulti spesso non sappiamo quanto sia importante ascoltare questa vocina e cercare di fare in modo che diventi un alleato e non un nemico, per i bambini è molto più difficile. Pertanto, in Guiainfantil.com ti diamo le chiavi in ​​modo che possiate insegnare ai vostri figli a scoprire la loro voce interiore.

È un fatto scientificamente provato che il modo in cui parliamo a noi stessi determina in gran parte il nostro umore, il nostro modo di affrontare la realtà e anche il nostro modo di relazionarci. Quindi dobbiamo lavorare con i nostri figli per aiutarli a riconoscere la loro voce interiore, ascoltarla e renderla più gentile.

Fagli sapere che:

1. Abbiamo tutti quella "voce" di coscienza (pensieri e sentimenti), quando parliamo a noi stessi ed è normale.

2. A volte quella "voce" ci fa sapere quando qualcosa che vogliamo fare non è una buona idea e possiamo metterci nei guai; è molto importante ascoltarlo e fermarsi a pensarci meglio.

3. Quasi sempre quella consapevolezzaci fa sapere quando abbiamo fatto qualcosa di giusto o quando ci sbagliavamo. È molto importante saperlo riconoscere e ascoltare perché è una sorta di guida; Se pensiamo o sentiamo di avere torto e abbiamo voglia di chiedere perdono, probabilmente è una buona idea farlo.

4. Se qualcuno ci chiede mai di fare qualcosa (anche un adulto) che ci fa sentire male, dispiaciuto oa disagio e la nostra voce ci dice che non è giusto, è importante ascoltarlo, non farlo e dirlo a mamma o papà.

5. Quella voce a volte può farci sentire male quando ci confrontiamo con altri che pensiamo abbiano capacità migliori, che sono migliori allo stesso modo o che hanno qualcosa di materiale che noi non abbiamo ed è per questo che pensiamo che siano superiori. Tutti a un certo punto ci confrontiamo con gli altri ed è normale, solo che non dovremmo lasciare che ciò ci riempia di sentimenti brutti e negativi come l'invidia.

Ci sarà sempre qualcuno migliore di noi per qualcosa o che ha cose carine che vorremmo avere, ma questa è la vita; invece, dovremmo apprezzare meglio e sentirci fortunati per ciò che abbiamo e sforzarci di ottenere ciò che vogliamo.

6. A volte la nostra voce può essere un po 'malvagiae dicci cose come: "Sono maldestro, tutto cade", in tal caso possiamo cambiarlo meglio in "Devo stare più attento" o qualcosa del tipo "Non faccio mai niente di giusto", cambiarlo in "Ho sforzarmi di più per ottenere ciò che voglio '.

È molto meglio dire cose positive a noi stessi che dire cose che ci feriscono e ci fanno stare male; Se ci proponiamo di poter controllare ciò che pensiamo, è questione di pratica.

7. La voce può aiutarci anche quando stiamo facendo qualcosa di difficile, che ci spaventa o che non ci piace e incoraggiarci; Ad esempio: "Se corro con questo compito avrò più tempo per giocare"; 'Io posso'; "Quanto sono bravo a disegnare"; "Va bene avere paura adesso ma passerà presto"; eccetera.

Immagina che sia come se avessi un telecomando in mano, se quello che stai pensando non ti fa stare bene, hai il potere di cambiare canale e fare in modo che i tuoi pensieri ti diano forza, illuminano la tua giornata e ti aiutano ad affrontare le difficoltà.

È importante aiutare i nostri figli a riconoscere tutte queste situazioni; nella misura in cui essere in grado di ascoltare la loro voce interiore e rendere i loro pensieri gentili con se stessiPossono, senza dubbio, essere molto più sicuri, più autocontrollati e senza dubbio più felici.

Puoi leggere altri articoli simili a Come insegnare ai bambini a scoprire la loro voce interiore, nella categoria Condotta in loco.