Valori

Perché la paura non serve ad educare


Sicuramente ti ricordi quando eri piccolo e qualcuno ti diceva che se non andavi a letto presto 'sarebbe arrivata la noce di cocco' o forse 'lo spauracchio' e ti portava con sé, perché era 'l'uomo cattivo' che bambini che non si sono addormentati presto.

Sebbene lo fosse anche "lo spauracchio" quell'essere malvagio che avrebbe preso i bambini che hanno ignorato i loro genitori, non importa cosa stesse cancellando la personalità dei bambini ... questo è educare con paura. La paura non serve per educare, la paura spaventa per imporre regole. Ma i bambini crescono e iniziano a rendersi conto che questo "spauracchio" non esiste.

Ma non è necessario andare così lontano nella memoria per trovare genitori e insegnanti che usano la paura anche oggi per educare. Ci sono molti adulti che educano alla paura sulla base di minacce, come: "Se non fai quello che ti dico, ti punirò", "Se non fai i compiti ripeterai l'anno e lo farai stai con i più piccoli "," Se ti comporti male in classe andrai con i bambini di tre anni "," Finché non mi obbedirai, non potrai uscire a giocare "," Se non hai buoni voti, dimenticati della piscina in estate '... e così gli esempi possono essere infiniti.

Educare di mezzo è annullare i criteri del bambino, non è dargli una scelta, non è dargli l'opportunità che loro stessi sentano il bisogno di fare le cose e quindi di essere responsabile. Educare alla paura significa annullare la personalità dei bambini e che non sono in grado di prendere decisioni da soli.

L'istruzione non è 'obbedire a quello che ti dico', gli adulti devono insegnare ai bambini a prendere decisioni, a sapere cosa è meglio in ogni momento e a capire perché è così, a sapere che se non agiscono correttamente avranno conseguenze negative e se non vogliono agire in quel modo ne vedranno le conseguenze, ma senza aver bisogno di temere, fagli semplicemente sapere cosa c'è. Alcuni esempi potrebbero essere: "Se non mangi quello che hai in tavola andrai a letto affamato", "Se domani non fai i compiti ti sarà difficile imparare la lezione", ecc.

1. Perché annulla la personalità dei bambini e non insegna loro come va la vita. Hanno bisogno di conseguenze naturali per sapere come agire.

2. Poiché non viene detto loro cosa ci si aspetta da loro, ci si aspetta semplicemente che obbediscano, trasformandoli in esseri sottomessi senza i propri criteri.

3. Perché le minacce non danno fiducia o sicurezza alla famiglia, qualcosa di essenziale per lo sviluppo del bambino.

4. Perché la paura annulla la comunicazione tra genitori e figli, incidendo notevolmente sul legame affettivo.

Puoi leggere altri articoli simili a Perché la paura non serve ad educare, nella categoria Punizioni in loco.


Video: Perché capricci e litigi possono aiutare tuo figlio a gestire le sue emozioni. (Potrebbe 2021).