Valori

Il cuoco alla vigilia di Natale. Storia di Natale per bambini


Questa è la storia di un cuoco che doveva preparare una cena gustosa e deliziosa per la notte di Natale. Era un cuoco creativo e desideroso, sempre con idee brillanti. Ma quest'anno, avendo lavorato molto, non sono riuscito a trovare l'ispirazione per il Cena della vigilia di Natale.

Se vuoi sapere cosa succede con il file cucinare a natale, leggi questa storia di Natale a tuo figlio e insieme potrete scoprire quali misure prenderà il cuoco di questa storia.

Questo racconto ammonitore racconta la storia di un cuoco che doveva preparare una deliziosa e gustosa cena della vigilia di Natale. Aveva sempre idee brillanti, ma aveva lavorato così duramente nei mesi precedenti che non ne era affatto ispirato, aveva perso la fantasia in un periodo così importante dell'anno.

Ha passato la giornata a inventare i menu di Natale, ma nessuno di loro è riuscito a soddisfarlo. E tra menu e menu scartato, È arrivata la vigilia di Natale. Il cuoco era così stanco che si addormentò profondamente al tavolo della cucina circondato da libri e quaderni di ricette.

Nei suoi sogni, si vedeva trasformato in Babbo Natale, con un sacco gonfio sulle spalle e viaggiando a bordo di una slitta che scivolava trainato da una forza invisibile, senza cervi né renne. Non sapeva dove stesse andando ma sembrava che la slitta sapesse dove stava andando.

Infine, la slitta si fermò davanti alla porta di una casetta rustica nel bosco, dal cui camino usciva un fumo bianco caldo e incontaminato. Bussò alla porta che fu subito aperta, ma alle sue spalle non apparve nessuno. Il cuoco entrò e trovò una stanza addobbata con addobbi natalizi, che gli diedero una profonda e tenera sensazione di casa.

C'era un caminetto acceso che illuminava tutta la stanza con le sue fiamme e vi pendevano parecchi calzini aspettavano di essere riempiti di doni. Al centro della sala da pranzo c'era un tavolo accogliente, con candele accese e con tutto pronto per essere ricoperto di prelibatezze. Nella casetta non c'era nessuno ma, tuttavia, si sentiva accompagnato da presenze invisibili.

Posò la borsa per terra e il suo cuore iniziò a battere rapidamente e le sue mani tremavano mentre apriva la borsa che non sapeva cosa contenesse, seduto su una morbida poltrona accanto al caminetto. La prima cosa che è apparsa è stata una bella zuppiera con una confortante vellutata di crema, fatta con una gallina intera, guarnita con qualche minuscolo cubetto di petto.

Sollevò il coperchio e un'ondata di vapore intriso di profumo gli appannò gli occhiali. A seguire, un formaggio Camembert dorato e quasi liquido fatto al forno, con aromi di aglio e vino bianco, accompagnato da un pane croccante gli ha fatto riempire la bocca d'acqua; vi seppellì il naso e lo posò sul tavolo.

La sua terza scoperta è stata una coscia di maiale ripiena di prugne e pancetta affumicata che è stata accompagnata da infinite guarnizioni, ognuna più appetitosa: purè di patate cremoso aromatizzato con olio all'aglio e senape, salse agrodolci e chutney irresistibili, composta di mele con aceto e miele ... sognante!.

Posizionò l'enorme fontana al centro del tavolo e respirò gli intensi aromi che questa sinfonia di contrasti culinari gli offriva. In un angolo del soggiorno, notò un tavolino allestito per i dolci e lì pose uno strudel croccante di mele e noci e uno spettacolare anguilla di marzapane, una pasticceria di vetro che ospitava una deliziosa composta di Natale con Porto e un insolito gelato di polvorones.

Non riusciva quasi a credere a quello che stava succedendo, era sopraffatto dall'emozione. Il menù stava volgendo al termine e capì che era ora di lasciare quella calda casetta, per far assaporare ai suoi abitanti nell'intimità le squisite carni che aveva portato nel sacco.

Pensava che le prelibatezze si sarebbero raffreddate se non lo avessero fatto presto, ma capì che il calore, materiale e spirituale, che invadeva ogni angolo della stanza si sarebbe preso cura di mantenerle alla giusta temperatura. Come tocco finale alla tua visita, riempiva i calzini del camino con figurine di marzapane, polvorones e torroni, che senza dubbio delizieranno i bambini ... e ancor meno i bambini.

Fu svegliato dal gorgoglio di un brodo che aveva lasciato sul fuoco e che minacciava di traboccare dalla pentola. Era già mattina presto, ma aveva ancora tempo per mettersi al lavoro e preparare il menù per la casetta nel bosco. La forza invisibile che guidava la slitta non era altro che amore che il cuoco provava per il mondo della cucina.

Tatiana Suárez - afuegolento.com Invia la tua storia di Natale!

Puoi leggere altri articoli simili a Il cuoco alla vigilia di Natale. Storia di Natale per bambini, nella categoria Storie sul sito.


Video: La ragazza Pigra. Storie Per Bambini. Fiabe Italiane (Potrebbe 2021).