Valori

L'aiutante di Babbo Natale. Leggenda del Natale svizzero


Il Natale è un'illusione, ma è anche un momento per fare il punto su ciò che ognuno ha fatto durante l'anno e per rendersi conto di ciò che non è stato fatto bene. Puoi cogliere l'occasione per insegnare a tuo figlio a riflettere sulle sue azioni e sulle conseguenze che potrebbero avere.

In questo racconto, basato su una leggenda svizzera, un ragazzo riceve una buona lezione per tutto il male che ha fatto a sua sorella durante l'anno.

Babbo Natale riceve ogni anno tutte le lettere dei bambini, da tutti i paesi del mondo, e le archivia secondo quello che chiedono: bambole, videogiochi, vestiti ... Ma aveva una lettera che non poteva classificare ... in esso, una ragazza svizzera, Erika, non ha chiesto giochi, vestiti o materiale scolastico. Diceva quanto segue:

'Caro Babbo Natale: quest'anno non voglio che tu mi porti dei giocattoli, perché mio fratello è così cattivo che li rompe sempre per me. Voglio solo che mio fratello sia buono e non mi infastidisca più, né io né il mio cane, perché gli fa sempre degli scherzi ».

Babbo Natale è stato spostato. Cosa poteva fare per esaudire il desiderio della bambina? La prima cosa che ha fatto è stata cercare nell'elenco dei bravi bambini. E c'era Erika, tra i primi nomi. Secondo la descrizione, Erika aiutava a casa, faceva i compiti, si sforzava di ottenere buoni voti e, se ciò non bastasse, aiutava gli anziani e non litigava mai con i suoi amici.

Poi ha cercato il nome di suo fratello. Cosa si supponeva: Hans non era sulla lista.

Babbo Natale ha pensato a cosa fare. E poi gli venne un'idea. Ha ricordato che molti bambini svizzeri gli hanno chiesto nelle loro lettere di catturare Krampus, un demone con grandi corna e denti affilati, che camminava liberamente per i campi, spaventando tutti e portando polli e pecore in un sacco.

Babbo Natale ha cercato Krampus e lo ha trovato in una fattoria. Era enorme e molto peloso e portava un enorme sacco pieno di polli sulla schiena.

- Krampus - disse al demone - Ho bisogno che tu venga con me. Ho bisogno di un aiuto per spaventare i bambini che si sono comportati male. Ma invece dei polli, porterai loro del carbone.

A Krampus l'idea piaceva. Amava spaventare gli altri e ancora di più i bambini. Così ha accettato.

Quella vigilia di Natale Hans ha ricevuto una visita da Krampus. Ha pensato che fosse stato un incubo, perché si è presentato nel sonno, ma vedendo i suoi regali la mattina dopo, si è reso conto che era reale. Invece dei giocattoli, aveva ricevuto solo una piccola pila di carbone. Con questo gesto ha imparato la lezione e non si è mai più comportato così male a casa.

1. Cosa ha detto Erika nella sua lettera a Babbo Natale?

2. Cosa chiedevano i bambini svizzeri a Babbo Natale?

3. Chi era Krampus?

4. Quale lezione possiamo imparare da questa storia?

BUON NATALE!

Puoi leggere altri articoli simili a L'aiutante di Babbo Natale. Leggenda del Natale svizzero, nella categoria Storie sul sito.


Video: La leggenda di Babbo Natale: una Storia che inizia nel 1809 (Potrebbe 2021).