Valori

HIV nei bambini e negli adolescenti


Secondo le statistiche, nel 2016 36 milioni di persone vivevano con l'AIDS, di cui 2,1 milioni erano bambini sotto i 15 anni di età. E, nonostante il fatto che i casi di morte siano stati ridotti dal 2005 del 48%, rimane ancora un problema in tutto il mondo.

La sindrome da immunodeficienza acquisita (AIDS) è una malattia in cui si verifica un progressivo fallimento del sistema immunitario, quindi il corpo non può combattere le infezioni e altre malattie. È causato dall'HIV (virus dell'immunodeficienza umana). Colpisce persone di qualsiasi età e condizione, ma sul nostro sito ci concentriamo HIV nei bambini e negli adolescenti.

Il virus HIV può essere trasmesso in diversi modi:

- Attraverso il sesso non protetto, è la forma più comune di contagio della malattia. È anche una via di trasmissione frequente tra gli adolescenti sieropositivi.

- Essere esposti a sangue contaminato dal virus: è il modo in cui vengono infettati le persone che fanno uso di droghe o alcuni pazienti trasfusi con sangue e persino il personale medico.

- Da madre a figlio: è la forma più comune di contagio nei bambini. Ed è che può essere trasmesso dalla madre sieropositiva al bambino durante la gravidanza, al momento del parto o anche durante l'allattamento.

La principale via di trattamento per l'HIV è attraverso trattamento antiretrovirale (CATRAME). Questi farmaci non curano l'AIDS, ma riescono a tenerlo a bada. Una delle misure principali affinché funzioni è una buona osservanza del regime terapeutico e non saltare nessuna delle dosi.

Il trattamento è lo stesso per adulti e bambini. Tuttavia, nel caso dei neonati, esiste la possibilità di somministrarlo in forma liquida a causa dell'incapacità di ingerire le pillole dei bambini più piccoli.

Ad oggi, non esiste né un vaccino contro il virus, né un medicinale che cura completamente le persone colpite.

I trattamenti antiretrovirali consentono ai bambini sieropositivi di avere un'aspettativa di vita di almeno 35 anni. Tuttavia, molti dei bambini colpiti vivono in aree in cui questi farmaci non raggiungono, quindi la mortalità è più alta in queste aree depresse.

I bambini che soffrono di AIDS o i bambini resi orfani dall'AIDS subiscono un fenomeno crudele come la malattia ed è il discriminazione e violenza da parte di altri bambini e adulti.

Sono bambini e adolescenti che subiscono il rifiuto di altri che, per ignoranza e paura, temono di toccarli o di avere il minimo contatto con loro. È persino difficile per loro trovare una scuola poiché sono contrastati da molti genitori e insegnanti intolleranti.

Ad oggi, ci sono solo due modi per fermare l'avanzata dell'HIV nei bambini e negli adolescenti:

- Prevenzione: con campagne rivolte agli adolescenti per renderli consapevoli dell'importanza di fare sesso sicuro.

- Diagnosi e trattamento precoci: molti malati di AIDS non sanno di esserlo finché la malattia non è avanzata. Se le donne incinte sieropositive ricevono un trattamento adeguato, la trasmissione della malattia al bambino può essere ridotta a meno dell'1% delle persone colpite.

Puoi leggere altri articoli simili a HIV nei bambini e negli adolescenti, nella categoria delle malattie infantili in loco.


Video: Vivere con lHIV - Simona (Potrebbe 2021).