Valori

7 domande sulla dermatite atopica nei neonati e nei bambini


La dermatite atopica lo è una malattia che colpisce la pelle. In realtà si tratta di lesioni rossastre che compaiono sulla pelle del neonato o del bambino e che sempre pruriscono e durano nel tempo. Compaiono dopo il secondo mese di vita.

Il pediatra Mª Teresa Guerra Spiega come riconoscere i sintomi della dermatite atopica e quali possono essere le sue possibili cause.

La dermatite atopica ci dice che c'è una certa predisposizione per il bambino ad essere allergico e se non lo è, forse è semplicemente sensibilizzata e nella sua pelle vengono rilevati livelli elevati dell'immunoglobulina responsabile della dermatite. La pediatra Mª Teresa Guerra risponde a tutte le nostre domande:

1. Quali sono i sintomi della dermatite atopica nei bambini?
Nel bambino le lesioni più tipiche compaiono sulle guance (rispettando le pieghe del naso e della bocca) e sulle superfici estensorie degli arti (braccia e gambe).

2. Hai sempre una componente allergica?
Sì. Di solito sono bambini con predisposizione. Con il progredire della dermatite atopica, di solito sviluppano un tipo di allergia (alimentare, asmatica ...). Nel caso dell'asma, ad esempio, in molti bambini si sono verificati molti casi di bronchite sin da piccoli, generati non solo da virus o raffreddori, ma anche da un allergene (acari, polline, erbe ...).

3. Si può prevenire la dermatite atopica?
La prima cosa da diagnosticare è il fattore scatenante dell'allergene per la malattia. Una volta individuato il fulcro dell'allergia, può essere trattata. Ad esempio, in caso di allergia all'acaro, con un'igiene approfondita a casa ... nel caso di alcuni alimenti, rimuovendoli dalla dieta ... Inoltre, ci sono vaccini per alcune allergie e sono molto efficaci. L'unica cosa è che il bambino deve essere diagnosticato correttamente (non agire da soli).

4. La temperatura influenza la dermatite atopica?
Le situazioni di caldo o freddo estremo influiscono. Quando sudiamo la pelle evapora l'acqua e si altera, alterando la barriera è più possibile che l'allergene venga a contatto e provochi lo scoppio della dermatite atopica. Il trattamento di base della dermatite atopica è garantire che l'umidità non venga persa dalla pelle. Poi bisognerà idratare ostruendo, con sostanze che 'sigillano' la pelle in modo che l'umidità non evapori.

Nel caso del sole: in estate, se i bambini con dermatite atopica di solito migliorano. Il sole è buono a piccole dosi purché ben idratate. Tuttavia, il salnitro del mare o il cloro dell'acqua della piscina non vanno bene.

5. Come dovrebbe essere il bagno nei bambini con dermatite atopica?
Dovremmo fare il bagno al bambino solo 2 o 3 volte a settimana. Mantenere i bagni brevi e avere una temperatura mite, tra i 25 ei 30 gradi. Utilizzare gel a pH neutro. Lavando la testa, possiamo diluire lo shampoo con acqua, per renderlo più delicato. L'asciugatura non dovrebbe avvenire per attrito, ma solo premendo. E dopo il bagno, l'idratazione con creme emollienti (non lozioni) è molto importante. Altrettanto importante è il materiale dei vestiti che mettiamo sul bambino. Il migliore, il cotone.

In caso di dermatite seborroica, sì, vengono prescritte lozioni, poiché è più complicato applicare creme più cremose in quella zona.

6. La dermatite atopica può cambiare con l'età?
Man mano che i bambini crescono, la dermatite si evolve e cambia aree. A 9 anni, ad esempio, appare localizzato ai gomiti e alle ginocchia. A volte sono colpite anche le palpebre, e i bambini sembrano avere la congiuntivite, quando in realtà sono come delle squame a causa delle palpebre secche (blefarite).

7. Le proteine ​​della mucca fanno male alla dermatite atopica?
Il lattosio è uno zucchero presente nel latte. Ciò che è correlato alla dermatite atopica è la proteina del latte vaccino.

Puoi leggere altri articoli simili a 7 domande sulla dermatite atopica nei neonati e nei bambini, nella categoria Cura della pelle in loco.


Video: Come si tratta la dermatite atopica in età pediatrica (Potrebbe 2021).