Malattie infantili

Asma infantile: trattamento nei bambini

Asma infantile: trattamento nei bambini



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

I vaccini possono essere un trattamento in grado di ridurre la risposta del bambino allergico all'allergene e quindi controllare l'asma. L'immunoterapia può modificare il decorso naturale della malattia allergica e consiste nella somministrazione di quantità crescenti di allergeni a un bambino sensibilizzato con essa, per diminuire la risposta allergica, migliorare i sintomi e ridurre l'uso di farmaci sintomatici.

L'immunoterapia non dovrebbe essere utilizzata in tutti i casi, quindi l'allergologo deve valutare ogni caso individualmente. I vaccini sono indicati quando c'è:

  1. Rinite, congiuntivite e asma dovute ad allergeni ambientali (pollini, acari, alcuni funghi ed epiteli animali).
  2. Gravi reazioni dovute alla puntura di eminotteri (api e vespe).
  3. Alcune malattie professionali come l'asma del panettiere.

Allo stesso modo, le controindicazioni all'immunoterapia sono relative. Pertanto, l'allergologo deve valutarli in ciascun paziente e, per questo, vengono solitamente prese in considerazione le seguenti condizioni:

  • Bambini di età inferiore a 5 anni, tranne in caso di ipersensibilità al veleno di imenotteri.
  • Gravidanza: la continuazione dell'immunoterapia non è controindicata, ma la sua somministrazione non deve essere iniziata durante la gravidanza.
  • Malattie immunopatologiche e immunodeficienze gravi.
  • Malattie tumorali.
  • Gravi disturbi psicologici.
  • Asma grave o scarsamente controllato
  • Qualsiasi malattia o situazione che controindica l'uso dell'adrenalina.
  • Scarsa compliance terapeutica.
  • Farmaci per l'asma infantile

I due tipi di farmaci usati per trattare l'asma includono farmaci per il controllo a lungo termine e farmaci a breve termine per il sollievo rapido. Sebbene l'obiettivo di entrambi i farmaci sia quello di trattare i sintomi dell'asma, vengono utilizzati per scopi diversi.

1. Farmaci controllori a lungo termine Di solito vengono assunti ogni giorno per controllare i sintomi dell'asma e per prevenire il verificarsi di attacchi di asma.

2. Farmaci di rapido sollievovengono presi principalmente per alleviare l'insorgenza improvvisa dei sintomi dell'asma (come in un attacco d'asma) e nei casi in cui i sintomi dell'asma si verificano solo occasionalmente.

Il bambino asmatico dovrebbe crescere in un ambiente ottimista e caldo in modo che possa acquisire sicurezza. Una vita normale deve essere mantenuta il più possibile, con le routine e le attività necessarie. L'iperprotezione del bambino è totalmente scoraggiata in modo che non si senta inferiore o diverso di fronte agli altri. Si consiglia di evitare frasi come "non puoi farlo a causa della tua malattia".

Il motivo è che gli attacchi di asma possono causare paura nel bambino, perché la situazione si ripete continuamente e può anche smettere di svolgere attività di routine per paura che un episodio simile si ripeta. In questi casi, così come in altri in cui sono presenti gravi problemi emotivi, si consiglia di rivolgersi a uno specialista.

Puoi leggere altri articoli simili a Asma infantile: trattamento nei bambini, nella categoria delle malattie infantili in loco.


Video: Respiro (Agosto 2022).