Teatro

Gioco breve per celebrare la Giornata del libro con i bambini


Rappresentare i giochi è un'attività che piace ai più piccoli. Ideale anche da fare in famiglia o da utilizzare come risorsa a scuola. Ed è che le sceneggiature di commedie brevi come quella che proponiamo qui fanno sì che i ragazzi e le ragazze lasciano volare la loro immaginazione mentre viene insegnata loro una lezione. In questo caso vedremo il valore della lettura. Vuoi leggere il copione dell'opera "Una storia vuota"? È una bella rappresentazione per festeggia la Giornata del libro con i bambini con stile.

Questo gioco è inteso per fare con i bambini nelle ultime classi della scuola primaria. L'obiettivo è mostrare agli studenti l'importanza della lettura e tutte le cose buone che porta loro. Signore e signori, accomodatevi, lo spettacolo sta per iniziare. Non dimenticare di battere le mani alla fine del gioco!

Descrizione del lavoro: In un dato giorno della scuola primaria, l'insegnante propone agli studenti un'attività per celebrare la Giornata del libro, portando la loro storia preferita da condividere con il resto della classe. Leo è il primo ad alzare la mano, quindi è lui il prescelto per portare a scuola la storia che gli piace di più. La sorpresa arriva quando i bambini scoprono che il libro è vuoto, tutte le lettere e tutte le immagini sono scomparse. Hai mai sentito parlare del male del foglio bianco?

Finora ti riveliamo, dovrai continuare a leggere per conoscere la fine di questa breve commedia divertente che ha a che fare con un bambino che parla di libri e il posto importante che dovrebbero essere assegnati.

Personaggi: Eva (l'insegnante), Lola, Violeta, Alejandro e Leo. Questa commedia è progettata per pochi personaggi, ma può sempre essere adattata per includere tutti gli attori che desideri. I bambini si divertiranno un mondo a giocare a giochi di ruolo!

Luogo dell'azione in cui si svolge il lavoro: una scuola.

Materiale necessario per la messa in scena: una storia, alcune pagine bianche e tanta voglia di divertirsi.

Il sipario si alza. I bambini (Lola, Violeta, Alejandro e Leo) sono visti in classe di lingua e davanti a loro l'insegnante Eva.

Vigilia: (rivolgendosi ai bambini seduti ai banchi). Per celebrare la Giornata del libro faremo un'attività molto speciale.

Gli studenti sembrano sorpresi.

Vigilia: Uno di voi domani porterà in classe una storia, ma non una storia qualsiasi, ma quella che è la vostra preferita e la condividerete con il resto della classe. Cosa ne pensate dell'idea?

Studenti: (rispondono contemporaneamente) Fantastico! Che bella idea!

Vigilia: Chi di voi porterà il libro?

Leo: (Alza la mano per primo) Lo porto io. Il mio libro preferito si chiama "Il leone che non poteva nascondersi", anche se non lo leggo da molto tempo, l'ho sempre amato.

Vigilia: Grande. Leo sarà quindi incaricato di portare il libro in classe per condividerlo con tutti noi.

La campana della rientranza suona. Gli studenti e l'insegnante lasciano la scena. Il sipario si chiude.

La storia è necessaria per questa scena. Il sipario si alza. I bambini vengono visti di nuovo in classe. Sono in piedi su un lato delle scrivanie.

Leo: Guarda, ho portato la mia storia preferita come ha detto l'insegnante. Vuoi vederlo?

Viola: Lo voglio. (Prende il libro e lo guarda, poi lo passa a Lola)

Lola: (guarda attentamente il libro) Sembra molto carino, ma ora non ho voglia di leggere. (Dà la storia ad Alejandro che è proprio accanto a lui)

Alessandro: (prende la storia dal suo amico ma la mette subito sul tavolo) È ora di andare a mangiare. Oggi ci sono le lenticchie, ho fame ... (si porta una mano alla pancia)

Tutti gli amici lasciano la scena per andare in sala da pranzo. Il libro resta sul tavolo dove lo ha lasciato Alejandro. Il sipario si chiude.

Per fare questa scena, il libro deve essere cambiato per le pagine bianche che sono state preparate.

Il sipario si alza. I bambini entrano in scena di ritorno dalla sala da pranzo.

Leo: Quello è strano! (prende le pagine bianche). Non ricordo che la mia storia avesse una copertina vuota ...

Lola: (prende le pagine con una faccia stupita). Non solo la copertina è vuota, l'intera storia è stata cancellata. Non c'è un solo disegno, nemmeno una singola lettera.

Alessandro: (è accanto ai suoi amici) Com'è possibile?

Viola: Non ha alcun senso...

Entra l'insegnante

Vigilia: Cosa succede ragazzi? Di cosa si tratta?

Viola: (parla con voce perplessa) Non crederai a quello che è successo. Abbiamo lasciato la storia di Leo su questo tavolo, siamo andati a mangiare e quando siamo tornati abbiamo visto che è stata completamente cancellata!

Vigilia: (guarda gli studenti con una faccia gentile) Ti dirò qualcosa che penso tu non sappia. Anche i libri, come i bambini e gli adulti, peggiorano. La storia di Leo ha il male dei fogli bianchi, ecco perché tutto è stato cancellato ed è diventata una storia vuota. Riesci a pensare a qualcosa che lo aiuti?

Tutti: (con una faccia pensierosa) No, non abbiamo idea di cosa possiamo fare per riavere il libro e le lettere ei colori per tornare.

Leo tiene la sua storia nello zaino.

Il sipario si chiude.

Per questa scena devi cambiare di nuovo le pagine bianche per la storia di Leo.

Il sipario si alza. I protagonisti si vedono all'interno della classe.

Lola: Forse se gli diamo lo sciroppo ...

Viola: Non varrà niente, i libri non prendono lo sciroppo.

Alessandro: E se lo disegnassimo? Dobbiamo solo riscrivere la storia. (Guarda Leo) Leo, di cosa parlava il tuo libro?

Leo: È un libro molto bello che racconta la storia di un leone che è andato a fare una passeggiata in città. E poiché le persone avevano paura quando lo vedevano, dovette nascondersi nella casa di una ragazza che non aveva paura dei leoni.

Apre lo zaino e tira fuori il libro.

Leo: Ecco! Le pagine sono di nuovo a posto. (Gira le pagine e leggi la storia ad alta voce) (Questa volta è l'ideale per i bambini leggere la storia che avevano preparato).

Alessandro: Penso che l'unica cosa di cui la storia abbia bisogno per smettere di essere vuota è che un bambino ricordi la sua storia.

Tutti: È vero!

I bambini sono visti felici con il libro tra le mani.

Il sipario si chiude. Fine del lavoro.

I libri sono vivi se li leggiamo!

Puoi leggere altri articoli simili a Gioco breve per celebrare la Giornata del libro con i bambini, nella categoria Teatro in loco.


Video: quiet book o libro in stoffa gioco per bambini 0. 4 anni (Potrebbe 2021).