Valori

5 consigli per discutere di politica con i bambini senza sentirsi persi

5 consigli per discutere di politica con i bambini senza sentirsi persi



We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

La politica fa parte della nostra vita quotidiana, entra nelle nostre case ogni volta che accendiamo la televisione o navighiamo in Internet e si intrufola nelle nostre conversazioni quasi senza accorgercene. Possiamo ben dire che la politica è un aspetto quotidiano in più e, tuttavia, sicuramente anche tu sei d'accordo con me, Non è facile parlare di politica con i bambini. Pertanto, in Guiainfantil.com Ti offriamo alcuni suggerimenti per farti sentire un po 'meno perso quando si tratta di affrontare questo problema con i tuoi figli.

È intorno ai 9 o 10 anni quando i ragazzi e le ragazze iniziano a fare domande su ciò che vedono in televisione o su ciò che sentono parlare dagli anziani; C'è chi mostra interesse per questi temi prima e altri che non è fino all'adolescenza che inizia a osservare ciò che accade intorno a loro con un altro sguardo.

Tuttavia, tutti a un certo punto fanno domande del tipo: cosa sono i partiti politici? Perché parlano sempre di dati? A che serve andare a votare? Quando potrò votare anch'io? Domande e altre domande che tormentano le menti inquiete dei nostri figli. Ed è in questo modo che a poco a poco capiscono cosa sta succedendo nel mondo che li circonda, ponendo più domande meglio è e soddisfando la loro curiosità.

Segui questi suggerimenti per genitori e insegnanti per spiegare cose complicate come la politica ai bambini e li aiuterai a capire tutto molto meglio.

1. Domande, domande e altre domande
Ascolta attentamente tutte le domande che ti fanno i bambini e cerca di rispondere in modo semplice, chiaro, adatto alla loro età (non è la stessa cosa parlare di politica con un bambino di 10 anni che farlo con un adolescente) e, ecco che arriva il più complicato, prova a farlo in modo obiettivo. Per loro è importante sapere che in una questione di politica tutti possono avere un'opinione ma quella degli altri va sempre rispettata e per questo non c'è niente di meglio che insegnare con l'esempio, non credi?

A tua volta, puoi dirgli che la tua idea politica è specifica o che voterai per questo partito, ma non parlargli come se gli altri partiti non esistessero o non fossero "buoni". I bambini dovrebbero avere la loro opinione, che si formerà man mano che cresceranno ma che dovrà essere basata sul rispetto, proprio come quella dei loro genitori.

2. Cerca di essere positivo
È probabile che i bambini ti sentano parlare più di una volta di quanto poco fanno le istituzioni governative e che le cose dovrebbero andare molto meglio di come sono. È corretto che i bambini acquisiscano uno sguardo critico e conoscano la realtà, ma devono anche conoscere le cose che sono state ottenute e come erano prima in passato. In questo modo trasmetteremo loro uno sguardo leggermente più positivo.

D'altra parte, è importante evitare espressioni dispregiative o insulti che non favoriranno il linguaggio dei bambini. La tolleranza e il rispetto devono essere la base principale.

3. Informazioni a portata di mano
Ovviamente hanno informazioni, quante volte vogliono, ma molte volte con così tanti dati tutto ciò che ottengono è di essere ancora più confusi. Un buon modo per avvicinare la politica ai bambini è mettere nelle loro mani informazioni semplici che possano capire bene. Seleziona in base alle loro domande, leggi il giornale con loro, cerca in biblioteca un libro che parli di politica o siediti accanto a loro al momento della notizia e incoraggiali a continuare a fare tutte le domande che vogliono.

4. Concetti chiave che dovrebbero essere conosciuti
Man mano che crescono, ci sono una serie di concetti chiave che dovrebbero essere insegnati loro in modo che sappiano come sono formati la società e il governo della loro città, come: "costituzione", "diritti umani" "democrazia", ​​"suffragio universale", "elezioni generali" "partiti politici", "parlamento", "congresso dei deputati" o qualsiasi altra cosa che consideri dovrebbe far parte di questa lista. Un buon esercizio da fare a casa oa scuola è scrivere questi concetti e le loro definizioni su un quaderno, possono anche essere illustrati per renderli più piacevoli.

5. Parla ai tuoi figli di ciò che li interessa
Una volta che i bambini iniziano a fare domande o mostrano interesse per la politica, è un buon momento per tenerli informati su ciò che sta accadendo nel mondo (sempre con un linguaggio appropriato alla loro età) e, soprattutto, parlare di cose che Spetta a loro, come le nuove leggi sull'istruzione, il congedo di maternità o paternità, o perché la scelta della scuola è fatta in questo modo o in quello. Non stupirti se capiscono tutto la prima volta!

Ci auguriamo che dopo aver letto questi suggerimenti per discutere di politica con i bambini è molto più facile per te.

Puoi leggere altri articoli simili a 5 consigli per discutere di politica con i bambini senza sentirsi persi, nella categoria dei titoli in loco.


Video: Speciale Focus bambini, adolescenti e mass media - Telecattolica (Agosto 2022).