Malattie - disagio

Come trattare i pidocchi durante la gravidanza

Come trattare i pidocchi durante la gravidanza


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Sei incinta e hai appena scoperto di avere i pidocchi? Sicuramente è una situazione che genera molti dubbi, soprattutto di fronte come trattare i pidocchi in gravidanza, Ed è che sei in un momento della tua vita in cui non è conveniente assumere molti farmaci o sostanze e prodotti chimici, poiché possono influenzare lo sviluppo del bambino. Poiché sappiamo che è una situazione che può verificarsi più frequentemente di quanto si creda e che preoccupa molte donne incinte, vogliamo che tu sappia come uccidere questi piccoli insetti senza mettere in pericolo la vita del tuo piccolo o la tua.

I pidocchi sono piccoli insetti che vivono sulla testa delle persone. La sua posizione più comune è sul collo e dietro le orecchie. Sono parassiti e hanno bisogno di nutrirsi di sangue per sopravvivere. Ci sono tre fasi nel ciclo di vita di questi insetti, che non sono in grado di sopravvivere a lungo fuori dalla testa di un essere umano, poiché non hanno cibo o la giusta temperatura.

- Lendini: durante la prima settimana sono uova, attaccate al cuoio capelluto.

- Ninfe: per 9-10 giorni, il pidocchio è appena schiuso dall'uovo. Invisibile all'occhio umano, non può essere riprodotto.

- Pidocchio adulto: per 15-16 giorni, le femmine depongono quotidianamente le uova insieme a una sostanza appiccicosa per fissare l'uovo al pelo.

Si diffondono solo attraverso il contatto tra le persone, poiché non possono saltare o volare. Non sono legati, sebbene comunemente pensati, all'igiene personale. Il più comune è che i bambini piccoli sono infetti, poiché tendono a strofinarsi la testa quando giocano, e quindi questi possono infettare le loro famiglie. Sono molto fastidiosi, poiché provocano una sensazione di prurito alla testa, che può portare a graffiare le ferite.

Se non sei in contatto con i bambini, è difficile contrarre l'infezione, ma quando sei incinta e hai bambini piccoli, c'è una probabilità che se vengono infettati, possono trasmetterli a noi, quindi è abbastanza facile essere infettati. Nel caso in cui rilevi che tuo figlio ha i pidocchi, fai particolare attenzione al contatto con il suo cuoio capelluto (ad esempio abbracciandolo molto, dormendo con lui, facendo un selfie ...) e cerca di eliminarli il prima possibile.

Esistono molti trattamenti per i pidocchi: shampoo, creme, lozioni ... Sono disponibili in farmacia e nei supermercati e vengono utilizzati regolarmente, ma il problema o il dubbio arriva quando è una donna incinta che deve usarli.

Si è sempre sentito dire che i pidocchi possono essere eliminati con l'aceto, ci sono addirittura voci che affermano che l'aceto deve essere sempre usato diluito, poiché se non possiamo creare erosioni sulla pelle, ma la realtà è che non ci sono prove scientifiche a supporto del suo utilizzo ; infatti c'è una revisione bibliografica condotta da esperti che lo dice nessun metodo casalingo li elimina al 100%, Inoltre, ci dicono che quando i trattamenti farmacologici falliscono, l'unica cosa efficace è la raccolta manuale delle pignole.

Pertanto, poiché in gravidanza l'ideale è evitare l'uso di tutti i tipi di sostanze chimiche e farmaci, la prima opzione consigliata sarebbe quella di utilizzare pettini o lendini per cercare di rimuoverli manualmente. Puoi anche usare lozioni naturali anti-pidocchi, vendute sul mercato a base di oli come l'albero del tè, che sono specificamente raccomandati dai farmaci per la gravidanza. E, se niente di tutto ciò è efficace, potrebbe essere utilizzata la permetrina, che è un insetticida.

La permetrina è classificata nella categoria B dei farmaci, il che significa che gli studi condotti su animali non hanno mostrato rischi fetali, ma non ci sono studi adeguati o ben controllati su donne in gravidanza; o gli studi sugli animali hanno mostrato un effetto negativo, ma gli studi condotti su donne in gravidanza non sono stati in grado di dimostrare il rischio per il feto in nessun trimestre di gravidanza. Questo gruppo include farmaci per i quali non vi è evidenza di rischio fetale. L'uso di questi farmaci è generalmente accettato durante la gravidanza.

Per darti un'idea, questo stesso gruppo include il paracetamolo, che è l'unico farmaco consigliato alle donne in gravidanza senza prescrizione medica; Parliamo anche di un'applicazione topica, quindi l'assorbimento e quindi quello che può raggiungere il bambino sarà minimo. Ciò significa che nel caso in cui altri metodi senza permetrina non funzionino, può essere utilizzato.

Puoi leggere altri articoli simili a Come trattare i pidocchi durante la gravidanza, nella categoria Malattie - fastidi in loco.


Video: Si può rimanere incinta durante lallattamento? (Settembre 2022).