Teatro

I soli. Una breve commedia per bambini sull'inclusione


Le scenette sono fantastiche da fare a casa, in classe o al campo estivo. I bambini si divertono, mettono in risalto i loro grandi talenti come attori e imparano anche valori importanti come il rispetto o l'amicizia. La rappresentazione teatrale che proponiamo qui è pensata per insegnare ai bambini cos'è l'inclusione e perché tutti dobbiamo tenerla sempre presente nella nostra vita quotidiana. Signore e signori, non perdetevi un dettaglio, questo inizia "Los soles", un gioco divertente sull'inclusione.

Questo gioco è pensato per essere svolto con i bambini a casa oa scuola. Il suo obiettivo principale è quello di rendere i bambini consapevoli dell'importanza di trattare gli altri nello stesso modo in cui ci piace essere trattati noi stessi senza fare alcuna distinzione, e quando diciamo trattare tutti allo stesso modo, ci riferiamo anche ai bambini che hanno malattie o patologie e farlo sempre dal rispetto, dalla comprensione e dall'empatia.

Questa breve commedia sull'inclusione è pensata per essere eseguita con pochi studenti, tuttavia, la sceneggiatura può sempre essere adattata in modo che più possa essere meglio è. Potrebbe anche essere fatto con un'intera classe. Divertimento assicurato!

- Descrizione del lavoro: C'era una volta una classe molto speciale chiamata la classe dei soli in cui ogni bambino aveva qualcosa che lo rendeva diverso (ora sotto capirai cosa intendiamo), ma per questo motivo non dovrebbero essere trattati in modo diverso. Sebbene tutti avessero qualcosa che li rendeva speciali, erano gli stessi del resto dei bambini a scuola. C'era anche un bambino che non aveva niente di diverso ... Diventeranno tutti amici? Vediamolo!

- Personaggi: Joel (è un bambino che ha difficoltà a capire le cose), Vera (ha problemi a camminare bene), Elena (non vede bene nell'occhio destro), Ana (è una ragazza super attiva), Carlos (non presenta alcuna patologia) e Carolina, nel ruolo di insegnante. Come ti abbiamo detto prima, aggiungi tutti i personaggi che desideri.

- Luogo dell'azione in cui si svolge il lavoro: Una scuola.

- Materiale necessario: Cose normali che di solito sono in classe e desiderose di imparare e divertirsi.

Il sipario si apre, i bambini si vedono all'interno della classe dei soli con l'insegnante.

Carolina: (va a lezione) Ciao ragazzi, come avete passato il fine settimana?

Gioele: (alza la mano per parlare) Ok, sono andato a fare una passeggiata con i miei genitori.

Carolina: Grande!

Ana: (Parla velocemente ed entusiasticamente) Beh, sono andato a fare un giro in bicicletta, a mangiare a casa di mia nonna ea giocare con i miei cugini.

Carolina: Sono contenta, Ana, è ora di iniziare a fare gli esercizi linguistici.

Gioele: (Alza la mano) Non li capisco, è difficile per me. (Getta la matita a terra perché è arrabbiato)

Carolina: Non preoccuparti Joel, ti aiuterò a fare gli esercizi linguistici. Quasi dimenticavo, dopo la ricreazione incontreremo un nuovo partner.

Tutti: (con una faccia sorpresa) Chi è?

Carolina: È un ragazzo che si è appena trasferito in città. Questo è il tuo primo giorno di lezione qui con noi.

Vera: Come ti chiami?

Carolina: Si chiama Carlos e penso che sia un po 'timido.

elena: Bene, dopo che ci incontrerà, smetterà di essere così timido.

Ana: (eccitato) Sì! Hai ragione!

La campana suona per la ricreazione. I bambini si alzano da tavola. Il sipario si chiude.

[Leggi +: gioca sulla generosità]

Il sipario si alza. I bambini sono tornati in classe con l'insegnante.

Carolina: Ragazzi, questo è Carlos, sarà il tuo nuovo partner.

Charles: (con voce timida) Ciao a tutti.

Tutti: Ciao Carlos, benvenuto.

Ana: Ti piace giocare a palla?

Charles: Sì, lo adoro.

Vera: Non mi piace affatto la palla. È difficile per me camminare, quindi non posso calciare il pallone.

Gioele: Carlos, sai leggere bene?

Charles: Sì, sono molto bravo a leggere.

Gioele: Fortunatamente per me, è un po 'difficile per me.

Carolina: Bene ragazzi, per ora va bene, conosceremo Carlos poco a poco. È ora di andare avanti con i compiti.

Dopo un po 'suona la campana, le lezioni sono finite. I bambini restano sulla porta della classe a parlare, tutti tranne Carlos che sta tornando a casa.

Vera: Com'è strano questo nuovo bambino, non ha problemi a camminare come me.

elena: Né ha problemi di vista come me in un occhio.

Ana: Né è sempre nervoso come me.

Gioele: È molto intelligente, capisce tutto la prima volta.

Vera: Be ', comunque, è uno della nostra classe quindi dovremo essere suoi amici.

elena: Ebbene sì, l'insegnante ha anche detto che è un bambino molto timido ed è nuovo in città! Sicuramente vuoi davvero avere amici e giocare con loro.

Ana: Mi viene in mente che possiamo disegnarti un disegno di benvenuto.

Gioele: Che bella idea! Torniamo in classe e lo facciamo adesso? Quindi possiamo dartelo domani mattina.

Tutti: Si si

Tornano in classe e iniziano a disegnare un bellissimo disegno per il loro nuovo amico Carlos.

Il sipario si chiude.

[Leggi +: gioca con molti personaggi]

Il sipario si alza. Il giorno dopo arriva e tutti i bambini sono in classe.

Vera: (si rivolge a Carlos) Carlos, abbiamo qualcosa per te.

Charles: (si avvicina timidamente a Vera) Cosa c'è?

Vera: Ebbene, un disegno che abbiamo fatto tutti per accogliervi.

Charles: Veramente? Che illusione mi fa!

I bambini danno il disegno a Carlos.

Charles: (guarda il disegno che hanno fatto) Lo adoro! Grazie mille. La verità è che ero un po 'nervoso all'idea di essere nuovo, ma ora che vedo che vuoi essere mio amico mi sento molto meglio.

Ana: Certo che diventeremo tuoi amici!

Gioele: Sì, e puoi anche aiutarci con i nostri compiti e puoi insegnarci a giocare a una partita di calcio.

Charles: Sarò felicissimo!

In quel momento l'insegnante entra in classe.

Carolina: Vedo che conosci già Carlos un po 'di più.

elena: Sì, è già un altro amico.

Carolina: Come sono felice! Ciò di cui si ha più bisogno quando ci si trasferisce in un'altra città è fare buoni amici. È ora di continuare con l'agenda, apri il libro a pagina 30.

I bambini aprono il loro libro per rendere felici e contenti i loro compiti per la giornata. Il sipario si chiude.

Fine di questo divertente gioco sull'inclusione. Non dimenticare i meritati applausi!

Puoi leggere altri articoli simili a I soli. Una breve commedia per bambini sull'inclusione, nella categoria Teatro in loco.

Video: Lava Lava song - Cover italiana del corto DisneyPixar del film Inside Out (Novembre 2020).