Valori

Come insegnare ai bambini a essere inclusivi. L'inclusione inizia a casa

Come insegnare ai bambini a essere inclusivi. L'inclusione inizia a casa


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

L'inclusione significa trattare gli altri nello stesso modo in cui vorremmo essere trattati e sapere come vedere che, anche se sembriamo diversi, siamo tutti uguali. È qualcosa su cui lavorare a scuola e anche a casa. Mi chiedo spesso come insegnare ai bambini ad essere inclusivi, perché sono convinto che l'inclusione - sebbene debba essere lavorata anche a scuola - inizi a casa. E dopo aver riflettuto sull'educazione ai valori che do ai miei figli, queste sono le conclusioni a cui sono arrivato e come le ho messe in atto.

Sono sicuro che quello che sto per dirti qui lo sai già molto bene. Inclusione, un nome che viene a sostituire il concetto di integrazione, è un termine teorico che si riferisce a come la scuola dovrebbe rispondere alla diversità. Ed è lì che diciamo che la scuola ha molto da dire e da fare al riguardo, ma a casa, come genitori, dobbiamo anche lavorarci.

Secondo la definizione data dall'UNESCO: 'L'inclusione è un approccio che risponde positivamente alla diversità delle persone e alle differenze individuali, comprendendo che la diversità non è un problema, ma piuttosto un'opportunità per l'arricchimento della società ”. Vediamo, quindi, che le differenze tra l'una e l'altra non devono essere qualcosa di negativo, anzi; se dato il giusto approccio, possono essere molto arricchenti e positivi per tutti. Ovviamente, affinché sia ​​così, tutti noi, genitori, insegnanti e bambini, dobbiamo lavorare come una squadra per raggiungere questo obiettivo.

La teoria è chiara, ora resta da metterla in pratica. L'inclusione inizia a casa ed è così che la mostro ai miei figli.

Nella classe di mio figlio un bambino a cui è stato diagnosticato un disturbo dello spettro autistico. Trascorre alcune ore della giornata in classe con il resto dei suoi compagni di classe e un'altra ora va in un'aula speciale. Gli insegnanti hanno detto che qualcosa doveva essere fatto in modo che gli studenti lo vedessero come qualcosa di normale, quindi hanno avuto le migliori idee, dicendo ai bambini di scegliere il nome per la classe TEA. Senza dubbio un piccolo dettaglio che li ha aiutati a vedere l'importanza dell'inclusione senza mai pronunciare la parola "inclusione".

[Leggi +: un'opera teatrale per parlare con i bambini dell'autismo]

Quando mio figlio mi ha detto questo, ho iniziato a pensare a come potevamo insegnargli a essere inclusivo da casa. Potrebbe essere troppo giovane per dirti che l'inclusione è questo e quello, ma è più che capace di sapere che tutti i bambini sono uguali.

1. Tratta gli altri nel modo in cui vorresti essere trattato
Questa è stata la mia prima lezione e quindi il primo consiglio che condivido con te. I bambini sono diversi e allo stesso tempo uguali. C'è chi sa leggere perfettamente e c'è chi avrà sempre difficoltà a farlo bene. Ci sono bambini che hanno difficoltà a camminare o parlare correttamente. Ci sono quelli che si relazionano agli altri in un modo "strano" eppure tutti vogliono giocare, ridere, essere felici e sentirsi amati. "Tratta gli altri come vuoi che ti trattino", è stato quello che ho detto a mio figlio, così avrebbe saputo che, per quanto possiamo sembrare diversi l'uno dall'altro, il rispetto e l'affetto devono essere prima di tutto.

2. Collaborazione, partecipazione e cooperazione
Collaborazione con gli altri in modo che tutti si sentano parte del gruppo, partecipazione ad attività dentro e fuori la scuola e cooperazione affinché questi bambini “speciali” si divertano come fanno gli altri. Se pensi che tuo figlio non sia ancora pronto a capire bene questi concetti, fai come me, leggi insieme una storia sull'inclusione.

3. Insegna ai tuoi figli a essere inclusivi con l'esempio
I bambini, dalla nascita, imparano quasi tutto imitando genitori e fratelli. Quindi quale modo migliore per insegnare loro a essere inclusivi che dare l'esempio? I nostri figli accetteranno la diversità, capiranno gli altri e faranno sentire loro che "fanno parte" se lo facciamo anche noi.

4. L'individualità è una buona cosa
Un altro ottimo modo per insegnare ai bambini a essere inclusivi è far vedere loro quali caratteristiche personali ci rendono unici, che si tratti di credenze, aspetti della personalità o limitazioni fisiche. Ora resta solo da sapere che le caratteristiche individuali della maggior parte sono altrettanto preziose e rispettabili quanto le nostre.

5. Non lasciarti guidare da ciò che fanno gli altri
Di 'a tuo figlio che non dovrebbe lasciarsi guidare da ciò che fanno gli altri se vede che sono cose che non vanno bene. O che è lo stesso, rispetto, rispetto e più rispetto. C'è una frase che a volte dico a mio figlio e che dirò anche a mia figlia quando va a scuola, ovvero che se qualcuno interferisce o discrimina un altro bambino, non dovrebbe fare lo stesso.

A volte i bambini vogliono seguire il gioco degli altri per il semplice fatto di sentirsi parte del gruppo, quindi se più bambini discriminano o prendono in giro un altro, gli altri possono unirsi alle prese in giro senza nemmeno pensare a cosa fanno del male chi li riceve. L'inclusione inizia a casa e non può essere appresa adeguatamente se mettiamo da parte concetti di base come l'educazione ai valori.

E tu? Come insegni ai tuoi figli a essere inclusivi con tutti i bambini?

Puoi leggere altri articoli simili a Come insegnare ai bambini a essere inclusivi. L'inclusione inizia a casa, nella categoria Titoli in loco.


Video: Oltre le distanze: Apprendimento, emozioni e relazioni a distanza: il punto di vista dei bambini (Agosto 2022).