Cambiamenti psicologici

Come aiutare tuo figlio adolescente a gestire le sue emozioni in 6 passaggi


Acquisire il controllo sulle nostre emozioni e darci un momento per pensare prima di agire è un processo lungo che praticamente non finisce mai e che impariamo da quando eravamo bambini (alcuni con più successo di altri). Tenendo conto della quantità di cambiamenti che si verificano durante l'adolescenza, i genitori hanno la responsabilità di farlo aiutare un figlio adolescente a gestire le sue emozioni. Ti diamo alcune chiavi da tenere a mente.

La verità è che quando si tratta di lavorare sulle emozioni con i bambini piccoli, il processo è molto più semplice, perché siamo con loro la maggior parte del tempo e perché abbiamo molto più controllo su tutte le cose che accadono intorno a loro.

Ma quando i nostri figli diventano adolescenti, iniziano a vivere molte situazioni per la prima volta: iniziano a imparare a guidare una macchina, a fare le pratiche da soli, o anche ad avere un primo lavoro. Il fatto è che saranno sempre più al loro ritmo e non ci avranno intorno a spianare la strada. È vero che molto dovranno impararlo da soli, ma ci sono diverse cose che possiamo fare per aiutarli.

Ecco alcuni suggerimenti per aiutare i nostri ragazzi a controllare le proprie emozioni:

1. Aiutalo a riflettere

È importante avere uno stretto legame emotivo e una comunicazione aperta con nostro figlio, che gli consente di sapere che può avvicinarsi a noi. A volte aspetti solo di essere ascoltato, non vuoi o hai bisogno che ti diciamo quanto è stato brutto o che ti riempia di idee su cosa fare. lui che si sentano ascoltati e accompagnati da noi senza essere invasivi è molto prezioso; Possiamo aiutarli gentilmente a riflettere su se stessi su qualsiasi reazione negativa che potrebbero aver avuto e far loro trovare il modo per risolverlo da soli.

Esempio:

Figlio: ho avuto una discussione con il mio insegnante di fisica e ho abbandonato la sua classe.

Papà: Come ti sei sentito? / Pensi che avresti potuto gestire meglio le cose?

2. Anticipare

Quando devono svolgere un compito importante o hanno già concordato un evento familiare è importante dare loro dei promemoria e aiutarli a tenerlo a mente scrivendolo in un calendario che hanno in vista: consegna dei progetti, appuntamento dal medico, colloquio di lavoro, ecc.

In questo modo evitiamo che si sentano ansiosi o abbiano un momento di crisi per aver trascurato qualcosa di importante.

Esempio:

  • Venerdì ho bisogno che torni a casa presto da scuola perché l'appuntamento con il medico è alle 16:00.
  • Non dimenticare di tenere pronti i documenti necessari per il processo di reiscrizione alla scuola per mercoledì.
  • Ricorda che nel fine settimana usciamo, per favore non prendere impegni.

3. Aiutalo a riconoscere e parlare delle sue emozioni

Aiutare i nostri figli a riconoscere come si sentono in determinate situazioni è un buon modo per aiutarli ad avere un maggiore controllo sulle loro reazioni. Dobbiamo essere attenti a quei segni che qualcosa li disturba:

Esempio:

  • Il fatto che abbiano annullato il progetto a cui stavi partecipando ti ha sicuramente fatto sentire frustrato. Ne vuoi parlare?
  • Il fatto che il tuo amico non volesse unirsi a te deve essere stato un po 'deludente? Come ti sei sentito?

4. Insegnagli a non prendere le cose sul personale

Questo è un ottimo consiglio per genitori, adolescenti e bambini. Molte delle cose che ci fanno arrabbiare o deludere non sono state fatte espressamente per farci del male, ma molte volte le percepiamo in quel modo e questo genera in noi reazioni molto più emotive. Al contrario, è diverso se comprendiamo che, sebbene fosse sbagliato e avremmo potuto essere danneggiati, non avevano l'intenzione specifica di farci del male.

Insegniamo ai nostri figli a farlo non prendere personalmente tutto ciò che accade in giro; senza dubbio diventeranno molto più oggettivi e saranno in grado di controllare meglio le loro emozioni.

5. Dare l'esempio

È impossibile per noi provare insegna a nostro figlio adolescente a controllare i suoi impulsi se ci vedi gridare imprecazioni quando qualcuno commette un errore di traffico o quando il nostro computer non funziona correttamente.

È essenziale valutare il modo in cui gestiamo le nostre emozioni e lavoriamo su di esse, per dare loro un buon modello di comportamento.

6. Sii grato e rafforza il loro autocontrollo

Quando osserviamo che nostro figlio è riuscito a controllare adeguatamente le sue emozioni, non esitiamo a farglielo sapere. Questo ti aiuterà a vedere te stesso come qualcuno che può controllarti e rafforzerà le tue reazioni la prossima volta.

Esempio:

  • Grazie per esserti controllato e non esserti innamorato delle battute pratiche di tuo cugino, a volte può essere molto pesante.
  • So che preferiresti essere nella tua lezione di nuoto, ma questo evento è speciale per me; Grazie per avermi seguito.

Il percorso verso l'autocontrollo è permanente. Se a volte è difficile per noi adulti, dobbiamo essere chiari che un adolescente è una sfida ancora più grande. Aiutiamoli a percorrere il sentiero rimanendo vicini.

Puoi leggere altri articoli simili a Come aiutare tuo figlio adolescente a gestire le sue emozioni in 6 passaggi, nella categoria dei cambiamenti psicologici in loco.

Video: Emotional short-circuits: the intelligence behind mistakes. Daniela Lucangeli. TEDxMilano (Dicembre 2020).